Gruppo Archeologico Trebula Balliensis


Vai ai contenuti

La cultura enogastronomica di Trebula


Il Territorio di Trebula oltre al patrimonio archeologico e paesaggistico offre la ricchezza delle sue tradizioni enogastronomiche: già Plinio il Vecchio riconosceva la qualita del vino Trebulano,che si può forse riconoscere nel pregiato vitigno del Casavecchia ( link al sito dei Viticoltori), vitigno autoctono a marchio D.O.P.

<<......Campania nuper excitavit novis nominibus auctoritatem sive cura sive casu ad quartum a Neapoli lapidem Trebellicis,iuxta Capuam Caulinis et in suo agro Trebulanis, alioqui semper inter plebeia et Trifolinis gloriata.>>



<il Trebulano nell'agro omonimo;del resto, per quanto concerne i vini comuni, questa regione non ha mai cessato di andar famosa per i Trifolini>>

Trad.Heikki Solin da "Le Iscrizioni Antiche di Trebula Caiatia e Cubulteria", Caserta 1993

PLINIO, NATURALIS HISTORIA,14,69

Il Casavecchia è un vino nero e forte, di grande nerbo, perfetto per antichi piatti a base di sapide carni di maiale nero e di caci dal forte sapore.
Il territorio cela altre colture rare o addirittura uniche come la Castagna Ufarella, piccola e saporitissima, ideale per le caldarroste,le mele annurche e limoncelle e le ciliegie imperiali. Anche la pratica dell'allevamento e casearia vengono oggi continuate da aziende agrituristiche, attente e ligie alla tradizione così come è stata tramandata: vengono dunque allevati i maiali neri casertani e prodotti salumi,soppressate e prosciutti ( non si può non menzionare inoltre la
pettera , pietanza fatta con il guanciale del maiale nero e le pappacelle, varietà di peperoni diffusa in Campania); molto praticato è l'allevamento della bufala campana e la produzione di squisite mozzarelle e formaggi freschi.
Tra i formaggi caprini e ovini, eccelle il Cacio Conciato, prodotto stagionato in
cutturi o anfore di creta, o boccaccioni di vetro, e soggetto a periodiche manipolazioni con acqua e amidi della pasta di casa, olio,aceto.Ne viene un formaggio possente per odore e sapore , delizia dei palati forti e orrore dei mangiatori di mozzarelle, robiole e philadelphia!!!!!!!!

Il maiale nero casertano

allevamento maiale nero
agriturismo marinella







Leggi e/o Firma il nostro Guestbook!






Home Page | Chi Siamo | Notizie ed Eventi | Il Centro Studi | Storia e Archeologia di Trebula | La Rete Archeomedievale del Montemaggiore Trebulano | Archeologia arte e storia del Montemaggiore e dell'Alta Terra di Lavoro | Foto di Trebula | Le Nostre Foto | Volumina Samnitica -Testi scaricabili | Contatti | Mailing List | I Nostri Link | Dove siamo e come raggiungerci | La cultura enogastronomica di Trebula | Progetto Biblioteca | Articolo del Gruppo Archeologico in "Trebula Balliensis: notizie preliminari degli scavi e dei restauri 2007-2008-2009" | Un progetto:Mostra Fotografica | Trebula e le scuole | Cosa non fare ai Sanniti:denunce di degrado | Area Soci | Audioguide | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu