Gruppo Archeologico Trebula Balliensis


Vai ai contenuti

Notizie ed Eventi





Treglia di Pontelatone 20 e 21 Settembre 2014


La notte di Sabato 20 e Domenica 21 Settembre il Parco Archeologico dell'Antica Trebula (Treglia di Pontelatone, CE) si animerà di musica, poesia e teatro, con spettacoli e degustazioni che faranno vivere l'enogastronomia di qualità del Pontelatonese e rievocheranno gli antichi fasti della città sannita prima, poi romana, che fu contesa da Annibale e Fabio Massimo. La Notte del 20 Settembre ai piedi della porta megalitica si svolgeranno spettacoli musicali e teatrali aperti dai Cantica Popularia alle ore 21, che vivacemente narreranno tra musica e teatro la storia del territorio.
Seguirà la recitazione di Valeria De Biasio, che proseguirà la narrazione del rapporto tra uomo e il tempo, tra la continuità e la discontinuità di un uomo sempre diverso e sempre uguale.
Chiuderanno le coreografie di Alessandra Frigerio eseguite dalle allieve della scuola di danza New Age di Caserta dirette da Tiziana Matarazzo e dalla stessa autrice.



La notte di Domenica 21 a partire dalle ore 19 sino alle 23 si svolgeranno le visite notturne al parco archeologico illuminato dalla luce danzante di torce e candele. I volontari del Gruppo Archeologico Trebula Balliensis e della Pro Loco La Trebulana, indossando costumi antichi, illustreranno la monumentale Porta Megalitica, la tomba del mitico capo guerriero e sacerdote, e le terme romane, secolare tempio del benessere fisico. Durante la visita guidata il Laboratorio Teatrale del Liceo Manzoni di Caserta porterà in scena alcuni brani dell' Orestea di Eschilo, facendo emergere dall'oscurità della notte la forza della grande tradizione classica. La regia teatrale sarà del Prof. Massimo Santoro.Contemporaneamente in una verde area adiacente al Parco Archeologico sarà possibile degustare i prodotti tipici tradizionali, figli di un sincero rapporto con la natura e l'ospitalità, praticate da anni dalle numerose aziende agrituristiche e di ristorazione tradizionale. Nel Casavecchia DOP sarà possibile degustare l'antico vino Trebulano menzionato da Plinio come pregiatissimo, anche nella versione speziata, secondo le ricette dell'antica Roma. La voce della tradizione popolare sarà quella del gruppo di musica popolare I Pizzitrangula. Durante le due serate vi sarà un divertente laboratorio sui giochi nell'antichità e dimostrazioni dell'antica arte tradizionale della cesteria.L'iniziativa è stata ideata e curata da Valerio Caiazza, Direttore del Gruppo Archeologico Trebula Balliensis, e organizzato in collaborazione con l'Itinerario Culturale del Consiglio d'Europa La rotta dei Fenici-Cammino di Annibale, che condurrà a Trebula figuranti storici della Legio I Taurus di Tuoro sul Trasimeno(PG).


PROGRAMMA
PARCO ARCHEOLOGICO DELL'ANTICA TREBULA


SABATO 20


Ore 21:00
I Cantica Popularia
Storie di cera - Spettacolo di musica e teatro
Ore 22:15
Reading:il tempo di essere uomo
di Valeria De Biasio
Ore 23:00
Strumento dell’anima
Performances di danza contemporanea eseguite
dalle allieve della Newage Danza di Caserta
Coreografie di Alessandra Frigerio
dirette da Alessandra Frigerio e Tiziana Matarazzo

DOMENICA 21


Ore 19:00 - 23:00
Visite guidate notturne al Parco Archeologico (una ogni ora)
Rappresentazione di quadri teatrali dell’Orestea di Eschilo

a cura del laboratorio teatrale del Liceo Statale Alessandro Manzoni di Caserta diretto dal Prof. Massimo Santoro

Ore 20:30

I Pizzitrangula

Canti Tradizionali del Montemaggiore
Spettacolo di musica popolare

NELLE DUE SERATE
Degustazioni dei vini dell’antichità: le ricette di Apicio
L’antico che diverte: Laboratorio sui giochi dell’antichità
Dimostrazione di cesteria:l'arte tradizionale
Figuranti storici Legio I Taurus

VEDI LA LOCANDINA





SECONDA GIORNATA ARCHEOLOGICA TREBULANA
SABATO 26 OTTOBRE 2013
ORE 9.30 PRESSO CENTRO-STUDI SULL'INSEDIAMENTO CAMPANO SANNITICO

Sabato 26 Ottobre alle ore 9:30 avrà luogo presso il Centro-Studi sull'insediamento Campano Sannitico di Treglia di Pontelatone (CE) la Seconda Giornata Archeologica Trebulana, che tratterà della ricerca, della valorizzazione e tutela dell'eccezionale patrimonio archeologico dell'Antica Trebula.
La giornata sarà aperta da Antonio Carusone, Sindaco di Pontelatone, che illustrerà l'impegno istituzionale assunto da anni dal Comune per la rivalutazione delle aree archeologiche sannitiche (parco Archeologico dell?antica Trebula, Monte Castiglione la Colla, Monte Sant'Erasmo) a fini di sviluppo socio-economico . Sarà presente la Dott.ss Adele Campanelli, Soprintendente archeologo per le provincie di SA AV BN CE, che parlerà della collaborazione sinergica degli enti di tutela con gli enti di ricerca e le associazioni culturali sfociati nella concessione di scavo ministeriale rilasciata dal MIBAC all'Università di Chieti Pescara, che ha condotto gli scavi in collaborazione al Gruppo Archeologico Trebula Balliensis.
Per sottolineare i risultati della III Campagna di Scavo volontaria "Verreia", interverranno la Prof.ssa Raffaella Papi, titolare della cattedra di Etruscologia e Antichità Italiche e Valerio Caiazza, Direttore del Gruppo Archeologico Trebula Balliensis e promotore delle attività di ricerca e di valorizzazione.
La prima relazione sarà dedicata ai rilevanti risultati di scavo ottenuti di recente: sarà presentata una relazione preliminare ad opera di due esponenti dell'Univ. Chieti, Patrizia Staffilani e Marida De Menna e di Valerio Caiazza.
Seguirà una relazione sulle indagini archeologiche condotte dai geologi dell'Univ. Di Chieti Gianluca Rosatelli e Giuseppe Pomposo con la metodologia del remote sensing.
Domenico Caiazza , ISACS , esporrà l'articolazione delle evidenze sannitiche nel territorio, con una particolare attenzione agli insediamenti fortificati sannitici.

Nunziante De Maio, Presidente dei Gruppi Archeologici d'Italia, farà una panoramica sul ruolo della cittadinanza attiva nella gestione dei Beni Culturali, elemento fondante delle attività pluriennali portate avanti dal G.A. Trebula Balliensis.
L'architetto Amalia Gioia, si dedicherà al rapporto tra paesaggio ed archeologia, al rapporto che tra essi si sviluppa e contribuisce a diffondere l'immagine di un territorio incontaminato e
ricco di attrattive, alla necessità della tutela.

Seguiranno Lorenzo Borgia , Vicesindaco del Comune umbro di Tuoro Sul Trasimeno (capofila del Cammino di Annibale) e Antonio Barone, Direttore della Rotta dei Fenici, Itinerario Culturale del Consiglio d'Europa. Trebula infatti fu città d'Annibale, coinvolta nel complesso svolgimento della Seconda Guerra Punica, e ne conserva la grandissima eredità storica. Lorenzo Borgia esporrà le "buone prassi" sviluppatesi tra il Comune di Tuoro e quello di Pontelatone ovvero lo scambio sinergico di idee e la programmazione di iniziative comuni.
Antonio Barone invece parlerà della possibilità di sviluppare ,tramite il grande itinerario della Rotta dei Fenici (sviluppato su ben tre continenti), nuovi flussi turistici creando una rete territoriale fatta di attrattori turistici, imprenditori del settore enogastronomico e alberghiero con alti standard qualitativi.
Il momento centrale della giornata sarà costituito dalla firma dei disciplinari di qualità del Consorsio "gli Ozii di Annibale", associazione dei produttori, trasformatori e ristoratori tradizionali e divulgatori culturali del Pontelatonese che si prefigge il compito di poter rendere concretamente fruibile le eccellenze enogastronomiche del territorio(come il vitigno DOC del Casavecchia, il Conciato Romano, la ciliegia imperiale e la castagna ufarella). Il consorzio vuole introdurre le nuove modalità di fruizione del patrimonio paesaggistico, storico archeologico dell'Antica Trebula, poiché la promozione del paradiso verde delle valli del Trebulano deve essere perseguita tramite la concreta iniziativa dell'imprenditoria, al fine di poter tutelare le tradizioni enogastronomiche del del Trebulano inserendole in un circuito di produttività rispettosa della qualità e di poter proporre un territorio nelle sue più vitali qualità enfatizzandone a 360 gradi ogni aspetto.

Alle 12: 30 ci sarà la visita guidata al Parco Archeologico dell'antica Trebula, vera Pompei del Sanniti.
Successivamente ci sarà l'inaugurazione del Monumento Annibalico sito nella Rotonda di Barignano, dedicato alla grandezza di Annibale, rappresentato in un'incisione dei suoi celebri elefanti da guerra, ai Sanniti, rappresentati in armi quale "popolo più valoroso dell'Italia" e all'antica Trebula che figurerà con la sua maestosa porta.


RIPRENDONO GLI SCAVI NELL'ANTICA TREBULA BALLIENSIS

III CAMPAGNA DI SCAVO VOLONTARIA
VERREIA




Grazie alla concessione di scavo rilasciata dal MIBAC sono riprese
le ricerche archeologiche nel cuore di Trebula Baliniensis, la città
preromana il cui nome continua in quello di Treglia, popolosa
frazione di Pontelatone, in Provincia di Caserta.
Gli scavi con la supervisione della Soprintendenza Archeologica
diretta dalla dott,ssa Adele Campanelli, sono sotto la responsabilità
dell’ Università di Chieti Pescara, in persona della Prof.ssa
Raffaella Papi, ,titolare della Cattedra di Etruscologia ed antichità
Italica, e coadiuvata dalla prof.ssa Patrizia Staffilani PH. Dr. della
stessa Università. L’attività si svolge sulla base di un protocollo
di Intesa sottoscritto dal dr. Antonio Carusone, Sindaco di
Pontelatone, (comune proprietario dell’area archeologica, che
intraprese gli scavi del 2007-2009 nell’ambito del Pit Direttrice
Monti Trebulani-Matese con lusinghieri risultati che portarono alla
scoperta, tra l’altro, della porta megalitica più grande d’Europa),
il Gruppo Archeologico Trebula Balliensis, guidato dal Direttore
Valerio Caiazza,,La Direzione Regionale Campana GAI,in persona del
Direttore Ing. Luigi Sorrentino, l’lSACS, Istituto Storico
Archeologico Campano Sannitico ed il Centro Studi sul Medioevo di
Terra di Lavoro.
Il primo saggio è stato aperto nell’area delle Terme, ed altri
seguiranno a sud delle stesse ed in altri settori anche a verifica di
prospezioni aeree effettuate da Geologi della Università di Chieti
Pescara. Le attività sono iniziate il 15 luglio e proseguiranno fino
al 30 agosto, con pausa di una settima a ferragosto.

Secondo l’abituale consuetudine dei precedenti cantieri volontari
del Gruppo Archeologico la campagna è stata denominata con un nome
italico cioè Verreia 2013 ,ed a margine dello scavo in favore dei
partecipanti saranno svolte attività didattiche sulle tecniche di
scavo, studio rilievo e documentazione, nonché sulla storia ed
archeologia del territorio, con docenti dell’ Università e dell’ ISACS
e del Gruppo Archeologico (calendario sul sito
www.trebulaballiensis.org)
.
Poiché Trebula fu città che con la vicina Capua si diede Annibale,
per poi tornare nell’orbita romana grazie a Fabio Massimo il
Temporeggiatore e per il fatto che il Comune di Pontelatone ed il
Gruppo Archeologico, hanno aderito all’Itinerario culturale del
Consiglio d’ Europa Il Cammino di Annibale- La Rotta dei Fenici, la
novità di quest’anno è una ulteriore attività aggiuntiva e
collaterale alla Scavo.
Cioè l’offerta, soprattutto a Volontari provenienti da altre Regioni e
Paesi del Mediterraneo di lezioni e viste guidate a luoghi della
Campania che furono toccati dalla Guerra Annibalica.
Questo è il filo tematico dello Scavo-Tour d’ Annibale cioè una
visita-scoperta del territorio sotto il profilo storico archeologico,
ma anche medievale ed enogastronomico, si pensi ad esempio a Sant’
Angelo in Formis splendido tempio di età tardolongobarda e
protonormanna edificato ristrutturando il tempio prima etrusco, poi
sannitico e romano di Diana Tifatina, sopra il quale Annibale pose
il campo detto Castra Hannibalis e sacrificò un elefante.
I partecipanti sperimenteranno prodotti di qualità del territorio tra
i quali il Casavecchia, antichissimo vitigni di età preromana ed
effettueranno escursioni nei boschi verso obiettivi naturalistici e
storico archeologici
Per raggiungere e visitare gli scavi di Trebula :uscita autostradale
di S. Maria C.V. poi per Sant’Angelo in Formis, Ponte di Annibale si
raggiunge Pontelatone, si prosegue sino a Treglia
Per informazioni più dettagliate , per partecipare agli scavi aperti
anche ai Soci dei Gruppi Archeologici Campani e delle altre Regioni ed
anche per verificare la possibilità di eventuale alloggio nella
Foresteria presso il Centro Studi sull’insediamento Campano
Sannitico si può consultare il sito web www.trebulaballiensis.org o
contattare saunia.trebula@gmail.com o il cell. 3288153025,
Per partecipare alla campagna di scavi si può contattare
l’Università di Chieti-Pescara staffila@unich.it






SECONDA GIORNATA ANNIBALICA IN CAMPANIA E MOLISE
DOMENICA 20 APRILE 2013






Domenica 28 Aprile 2013 (dalle ore 9:00) si svolgerà a Treglia di Pontelatone la Seconda Giornata Annibalica in Campania e Molise, che c onsacra l'ingresso del Comune di Pontelatone e del Gruppo Archeologico Trebula Balliensis nella Rotta dei Fenici, Itinerario del Consiglio d'Europa, che consentirà una maggiore conoscenza della storia e delle vicende che videro Annibale i Sanniti e i Romani come protagonisti, in lotta per il controllo dell'Antica Trebula Balliensis, la città ritenuta la Pompei dei Sanniti, e la Campania tutta.
L'evento è particolarmente importante per il lancio del turismo culturale in un territorio verde e ricco di eccellenze archeologiche, monumentali, paesaggistiche e , non ultime,
enogastronomiche.
La giornata si aprirà alle ore 9 con il saluto del Sindaco di Pontelatone Dott. Antonio Carusone, la cui amministrazione ha fortemente creduto nella necessità di garantire un futuro al territorio , tutelandolo grazie all'investimento nel Parco Archeologico. Porterà il saluto ufficiale del Comune di Tuoro sul Trasimeno Lorenzo Borgia, vicesindaco del Comune capofila del Cammino d'Annibale. La precedente edizione della giornata già vedeva coinvolto il Comune di Tuoro, inaugurando una serie di incontri formativi e scambi culturali e progettuali,le cosiddette "buone prassi".

Porteranno il loro saluto il Presidente del Gal Altocasertano Dott.Ercole De Cesare, il Presidente dell'Istituto Storico-Archeologico Campano Sannitico Dott. Giuseppe Monti, il presidente dell'Archeoclub di Falciano del Massico Dott. Ugo Zannini (Direttore del Museo Civico di Carinola) , ed il Direttore regionale dei Gruppi Archeologici della Campania Luigi Sorrentino, con cui il G.A.Trebula Balliensis progetta da anni iniziative di volontariato sempre più a largo raggio.
La giornatà sarà introdotta e moderata da Valerio Caiazza, autore della riscoperta dell'eredità annibalica in Campania, che interverrà illustrando i percorsi di archeotrekking e le ippovie progettate con il comune nei luoghi ove passarono in armi e sparsero sangue le truppe di Annibale.Doveroso il riferimento degli organizzatori a iniziative che hanno lasciato il segno quali Castra Hannibalis e la Prima Giornata Annibalica.
Nel mezzo della mattinata avrà luogo una sessione scientifica in cui si discuteranno aspetti controversi anche alla luce delle recenti ricerche portate avanti dal territorio dagli enti organizzatori. I relatori di tale sessione rappresentano l'eccellenza territoriale degli studi storici e topografici: aprirà il Prof. Giuseppe Guadagno (Docente Emerito dell'Univ. Di Salerno) che tratterà dal punto di vista storico la seconda guerra punica in Campania, mentre l'Avv.Domenico Caiazza (Presidente Centro-Studi sul Medioevo di Terra di Lavoro) ne esaminerà gli aspetti legati al Sannio e all'Antica Trebula.


All'insegna della tutela dell'ambiente e delle incontaminate risorse dell'Alto Casertano, interverrà l'Ing. Giuseppe Cerbone, Direttore Generale di Ferrarelle. Infatti la celebre azienda dell'acqua minerale ha messo in atto criteri di eco compatibilità e realizzato nell'area dello stabilimento La Masseria delle Sorgenti, ove vengono coltivati prodotti biologici. Centrale è infatti chiarire l'esigenza di sviluppare economia attorno agli attrattori culturali e ai prodotti d'eccellenza, per favorire una pulita economia che sia per natura antagonista a forme industriali di inquinamento.
Non a caso seguirà l'intervento della Dott.Ssa Anna De Simone , Sindaco di Roccaromana e Presidente della Comunità Montana del Montemaggiore , che insieme al già citato Avv. Caiazza illustrerà la Rete Archeomedievale del Montemaggiore Trebulano, ovvero un accordo in cui i Comuni di Pontelatone, Pietramelara, Roccaromana, Riardo e Rocchetta e Croce si impegnano a creare una rete turistica tra di loro facendo perno attorno al Montemaggiore e mettendosi in diretta comunicazione con i grandi attrattori del territorio. Centrale sarà la partecipazione di Antonio Barone, Direttore della Rotta dei Fenici, che, dopo aver effettuato numerosi sopralluoghi a Trebula e nel territorio, farà si che le nostre eccellenze territoriali verranno lanciato in un circuito che coinvolge non solo gran parte d'Italia, ma bensì 19 paesi esteri.
Il Direttore della rotta infatti ha raccolto gli sforzi compiuti dal Gruppo Archeologico e dall'Amministrazione comunale nel corso degli anni e ha proposto alcuni disciplinari per garantire un'offerta turistica degna del territorio, riunendo le aziende produttrici dei prodotti d'eccellenza, che stanno formulando una raccolta dei cibi tipici del territorio, realizzati esclusivamente con materie prime del luogo ,necessariemente fresche e seguendo la stagionalità. L'impulso di questo itinerario europeo che spinge la gente a solcare i mari e ad addentrarsi in stupendi luoghi spesso non noti ai più come meriterebbero, produrrà dei risultati grazie ad una meticolosa operazione di managment territoriale.
Il Comune e il Gruppo inoltre relazioneranno quanto esposto alla Convention internazionale di Pula della Rotta dei Fenici.
L'universalità della storia di Annibale, un uomo divenuto quasi un eroe mitico nell'immaginario collettivo, potrà spingere a conoscere e a riscoprire sentieri boscosi, verdi pianure e luoghi che videro popoli diversi e lontani scontrarsi fino alla morte. L'episodio più rilevante è quello del Callicola Mons, in cui Annibale per sfuggire ad una trappola tesagli da Fabio Massimo il Temporeggiatore.
Il vino comparirà direttamente dall'Antichità: la Dott.SSa Laura Di Giugno proporrà un laboratorio degustazione del vino degli antichi, quello degli Otia di Capua.

La giornata si chiuderà nella tarda mattinata con una degustazione offerta dalle aziende produttrici: salumi formaggi e altri prodotti culinari saranno accompagnati dal Doc Casavecchia, superbo vitigno autoctono i cui pregi saranno illustrati dall' Enologo Antonio Di Giovannantonio.
Le aziende che offriranno la degustazione saranno:


CASEIFICIO LA BARONIA
AGRITURISMO LE FONTANELLE
VITICOLTORI DEL CASAVECCHIA
VIGNE CHIGI
AZIENDA AGRICOLA RAFFAELE CAPUTO
AGRITURISMO LE CAMPESTRE
FATTORIA DIDATTICA LA CESA
BED AND BREAKFAST VILLA CRISTINA
RISTORANTE TIPICO PLINIUS


LEGGI L'INVITO
LA LOCANDINA
IL MANIFESTO


INAUGURAZIONE FALESIA DELL'EREMO

SABATO 20 APRILE 2013
DALLE ORE 09.00 ALLE 20.00



MANIFESTAIONE ORGANIZZATA DA:

CAI,LOCOMOTIV PAZ. GRUPPO ARCHEOLOGICO TREBULA BALLIENSIS, CENTRO STUDI SUL MEDIOEVO DI TERRA DI LAVORO

Sabato 20 e domenica 21 Aprile 2013
siete tutti invitati a partecipare all' inaugurazione del primo sito di arrampicata del Monte Maggiore (CE).
I neofiti potranno provare gratuitamente l'esperienza dell'arrampicata mentre i climbers incalliti troveranno itinerari dal IV al VII grado di difficoltà!

La falesia si trova nei pressi dell'antico eremo del S. Salvatore, su una rupe a 850 m.s.l.m. immersa nel verde e nella tranquillità più assoluta con dei panorami mozzafiato che vanno dal Vesuvio fino al golfo di Gaeta.

L'ARRAMPICATA SPORTIVA APPRODA NELL'ENTROTERRA CAMPANO: IN CIMA AL MONTEMAGGIORE, AI PIEDI DELL'EREMO DI SANT'ANSELMO D'AOSTA.

Gioventù, storia, sport e cultura della Montagna saranno vissute nella giornata del 20 Aprile presso l'eremo di San Salvatore, sito nella frazione di Croce. La manifestazione sarà un'inaugurazione delle vie di arrampicata, nuovo sport che accoglie sempre più proseliti, sul Montemaggiore, e al tempo stesso una commemorazione della Storia del luogo, poiché nel monastero-fortezza-abbazia di età longobarda soggiornò Sant'Anselmo d'Aosta, filosofo e Dottore della Chiesa, che ivi attese alla scrittura del Cur deus homo, trattato sul mistero dell'incarnazione di Cristo.

Il monastero di San Salvatore sito ad 850 metri sul livello del mare tra scoscesi dirupi e sovrastato da imponenti falesie così con una simbiosi di natura storia e sport inaugura la stagione dell'arrampicata nell'entroterra campano( prima vi era un enorme spazio vuoto tra la Costiera Amalfitana e l'Appennino) , saranno infatti percorribili vie d'arrampicata che andranno dal IV al VII grado di difficoltà: sarà l'occasione per i climbers esperti di trovare una nuova sfida, mentre per coloro che sono interessati di provare un primo approccio. L' evento che raccoglierà vecchi e giovani, in un luogo che accomuna tutti i comuni del Montemaggiore nella devozione, i cui abitanti sono soliti recarsi in pellegrinaggio all'eremo per il 1 Maggio. La manifestazione intende dare anche nuovo vigoroso impulso alla tutela ambientale del territorio, invitando a riviverlo conoscendone la cultura dei cibi e dei vini, dei pascoli e delle nude vette su cui si può provare il brivido di arrampicarsi , sospesi nel vuoto. La colonna sonora della giornata saranno le musiche tradizionali del Montemaggiore, anche se gli organizzatori dell'evento invitano tutti a portare il proprio strumento e, per chi ha spirito libero, anche il proprio sacco a pelo.

L'evento è organizzato dal CAI di Piedimonte Matese, In particolare della divisione di arrampicata su roccia di cui è responsabile Nicola Caiazza, in collaborazione con diverse associazioni culturali( Locomotiv Paz, Gruppo Archeologico Trebula Balliensis, Centro Studi sul Medioevo di Terra di Lavoro, Spem). La concorde collaborazione di associazioni significa la volontà di riscoprire l'Alta Terra di Lavoro e il Montemaggiore nelle sue diverse sfaccettature:
è un invito ad arrampicarsi per vedere per una volta le montagne dall'alto in basso, a passeggiare per gli antichi sentieri boscosi, a visitare l'antico eremo e la splendida città sannitica di Trebula Balliensis (Pontelatone) , a gustare i piatti della tradizione per proteggerli, assaporandoli con calma e salvandoli dalla scomparsa.
Dall'eremo molti saliranno alla cappellina di S.Maria di Fratejanne sita praticamente sulle cima del Montemaggiore, che prende il nome, già testimoniato nel 1635, da un eremita di nome Giovanni, appunto Frate Iohanni ,ed ivi incontreranno i ragazzi della società escursionistica SPEM diretta dal dinamico Prof. Paoletto Peluso, che affronteranno l'impegnativa salita da Pietramelara sul versante nord della Montagna. Sempre a piedi ma solo con circa 40 minuti di percorso su sentiero dalla Frazione Croce di Rocchetta sarà il percorso della maggioranza dei visitatori e sportivi.
Alle ore 11,30 di sabato verrà benedetta dal giovane prete alpinista Don Daniele D'elia e sarà scoperta la lapide che ricorda il soggiorno del Santo realizzata dal Centro Studi sul Medioevo di Terra di Lavoro e dalla Parrocchia di Rocchetta e Croce in questo che è tra i più antichi santuari della Campania, anteriore all'anno 1000.

questo link nel nostro sito per le notizie storiche:
http://www.trebulaballiensis.org/monastero_di_san_salvatore__rocchetta_e_croce.html

Avvicinamento:
raggiungere la frazione Croce del comune di Rocchetta e Croce(CE), dalla piazzetta parte un comodo sentiero che in 30 minuti porta all'eremo.


-Consigliata scorta di acqua -fontana all'inizio del sentiero.

-Possibilità di bivacco al coperto

PORTA UNO STRUMENTO MUSICALE!


-link scheda storica

http://www.trebulaballiensis.org/monastero_di_san_salvatore__rocchetta_e_croce.html



-link video
http://vimeo.com/3115038
3

- link traccia gps
http://www.openstreetmap.org/user/nicola%20caiazza/traces/1410766

- info tel. 339 76 65 905



TREBULA BALLIENSIS ALLA XV BORSA MEDITERRANEA DEL TURISMO ARCHEOLOGICO



PAESTUM , 16 NOVEMBRE 2012
HOTEL ARISTON



In occasione della XV Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum, evento internazionale dedicato alla crescita del Turismo Archeologico, il Gruppo Archeologico Trebula Balliensis presenterà due relazioni dedicate all'Antica Trebula Balliensis, meravigliosa città sannitica spesso definita, per la monumentalità e l'importanza dei rinvenimenti, "la Pompei dei Sanniti".
E' l'ennesima iniziativa svolta dall'Associazione per garantire che un tale patrimonio raggiunga una posizione di primo piano sia per quanto riguarda gli studi che come meta turistica.
In tale ottica il Comune di Pontelatone ed il Gruppo Archeologico da anni portano avanti, di comune intesa, attività e progetti volti alla divulgazione e valorizzazione del Parco Archeologico, valorizzando l'impegno assunto tra il 2007 ed il 2009 con il finanziamento delle attività di scavo
ottenuto grazie al Pit Monti Trebulani-Matese.
L'archeologia rappresenta una ricchezza per il territorio. Treglia e Pontelatone rappresentano già oggi note mete del Turismo legato alle eccellenze enogastronomiche. La valorizzazione del sito archeologico di importanza mondiale è un ulteriore passo verso un territorio accogliente.
Pertanto, oltre che un dovere dell'Archeologia Italica lo scavo e la valorizzazione sono un'occasione imperdibile per vivere e tutelare lo splendido paesaggio rurale e le colture tradizionali d'eccellenza, quale il pregiato vitigno Casavecchia (un raro piedefranco identificabile senza dubbio col Trebulanum di Pilinio), la Castagna "Ufarella" e la ciliegia Imperiale, per non parlare dei prodotti derivati dal Maiale Nero Casertano e dalla trasformazione del latte di bufala.
Il sito offre monumentali resti della città sannitica, ben rappresentati dalla Porta Megalitica (la più grande d'Europa, inserita in un circuito murario di ben oltre 2,5 km) e dall'Heroon, una tomba di un mitico eroe e fondatore della città. Anche la Fase Romana di Trebula ha lasciato importanti vestigia quali le Terme (che conservano addirittura i rivestimenti marmorei originali).

Questa città, grazie ad opportune intese, ha rappresentato una sorta di laboratorio per giovani studenti, appassionati e docenti accorsi da tutt'Italia, ed anche da Francia Spagna e Canada, per partecipare alle campagne di scavo volontario e ai corsi e attività culturali organizzate dal Gruppo Archeologico Trebula Balliensis.
Importante il coinvolgimento di una delegazione di operatori turistici del Pontelatonese che visitera la Borsa, nuovo atto di collaborazione di soggetti privati alla costituzione di un sistema economico che favorisca la creazione di pacchetti turistici e potenzi l'attrattività.

Le relazioni riguardanti Trebula saranno ospitate nel IV Convegno Nazionale dei Gruppi Archeologici D'Italia, e si svolgeranno alle 11:40 nella Sala di Diana.
La prima relazione sarà tenuta dall'avv. Domenico Caiazza, redattore ed Autore del D.O.S. (Documento Operativo Strategico) dei PIT Archeologico Monti Trebulani -Matese e autore di noti studi scientifici riguardanti gli insediamenti fortificati italici.
La relazione, dal titolo "Trebula Balliensis: una straordinaria città sannitica e romana" tratterà degli interessantissimi rinvenimenti della città di Trebula, progetto portante del PIT, pubblicati, con eccezionale tempestività, nel 2009 nel volume "Trebula Balliensis: notizia preliminare degli scavi e restauri 2007-2008-2009".


Nella foto la Prima Giornata Archeologica Trebulana, importante momento dedicato allo studio ed al rilancio di progetti di sviluppo socioeconomico.
Da sinistra: Valerio Caiazza, Direttore del G.A.Trebula Balliensis, Antonio Carosone, Sindaco di Pontelatone, Alfredo Aurilio, Presidente dell'EPT di Caserta, Domenico Zinzi Presidente della Provincia di Caserta, Tommaso De Simone, Presidente della Camera di Commercio di Caserta, Domenico Caiazza, Consulente archeologico del Comune di Pontelatone


La seconda relazione sarà tenuta da Valerio Caiazza, fondatore e Direttore del Gruppo Archeologico Trebula Balliensis, ed esporrà le iniziative culturali dell'Associazione, ponendo in modo particolare l'accento sul coinvolgimento dei giovani, sulle attività di valorizzazione e le possibili attività future derivanti dal protocollo d'intesa stretto dal Gruppo Archeologico con il Comune di Pontelatone, l'Università di Chieti Pescara, la Cattedra di Geologia dell'Università Federico II di Napoli ed altre associazioni culturali del territorio.
La rassegna delle passate attività sarà soprattutto finalizzata al riepilogo dei fatti quale premessa ad un rilancio per nuove attività culturali, divulgative e promozionali, mirando a proseguire la ricerca scientifica (sempre collaborando ed in sintonia con gli Enti preposti) e la didattica.

Materiali illustrativi e didattici sull'antica Trebula saranno esposti presso lo stand dell'Università di Chieti-Pescara.

Un ulteriore spazio sarà dato all'introduzione del Cammino di Annibale in Campania: Trebula fu città contesa da Annibale e Fabio Massimo. Oggi il Comune di Pontelatone ed il Gruppo Archeologico Trebula Balliensis mirano all'introduzione di tale itinerario culturale, promosso dal Consiglio d'Europa, in Campania, vincendo anni di disinteresse scientifico e di inerzia promozionale al fine di rinvigorire un turismo di qualità.

VEDI LA LOCANDINA
DEL IV CONVEGNO NAZIONALE DEI GRUPPI ARCHEOLOGICI D'ITALIA


IL PROGRAMMA DELLE ATTIVITA' DEI GAI ALLA BORSA




PRIMA GIORNATA ARCHEOLOGICA TREBULANA

VENERDI 12 OTTOBRE 2012
PONTELATONE



Il 12 ottobre 2012 alle ore 17 in Pontelatone presso la sala convegni della Chiesa dell'AGP si svolgerà la PRIMA GIORNATA ARCHEOLOGICA TREBULANA .
Sinergia per valorizzare l'antica città di Trebula con un eccezionale parterre di Enti volontariato e studiosi.


LEGGI L'INVITO

LEGGI LA LOCANDINA

Venerdì 12 ottobre la sala convegni della chiesa di Agp di Pontelatone ospita un'importante convegno dedicato alla scoperta dell'antica Trebula Baliniensis, la Pompei dei Sanniti sita nella frazione Treglia di Pontelatone nella quale gli scavi effettuati dal Comune di Pontelatone con Fondi Europei, nel quadro del P.I.T. regionale Direttrice Monti Trebulani-Matese sotto l'egida della Soprintendenza Archeologica hanno posto in luce in eccezionale stato di conservazione la più grande porta megalitica d'Europa ed una monumentale tomba a camera ,oltre a centinaia di tombe romane e preromane, quest'ultime con ricchi corredi di vasi di bronzo e ceramica figurata.
Il Sindaco di Pontelatone dott. Antonio Carusone porgerà il saluto di benvenuto, ripercorrendo le tappe degli scavi voluti dal Comune anche quale volano per l'economia della zona, e delle successive iniziative per comunicare gli importanti risultati raggiunti . Quindi il Presidente della Provincia di Caserta On. Domenico Zinzi assumerà la presidenza dell'incontro articolato in tre sessioni. La prima è dedicata agli studi antichi e recenti sulla città di Trebula e vedrà l'intervento del l'avv. Domenico Caiazza,tra i massimi esperti europei dell'insediamento sannitico, autore di numerose scoperte e pubblicazioni che, come consulente del Comune è stato l'ideatore e l'anima degli scavi di Trebula ed autore per la parte archeologica del PIT archeologico Direttrice Monti Trebulani Matese . Relazionerà sugli studi degli eruditi del Settecento ed Ottocento, sugli scavi abusivi e repressi dai Borboni, del famoso Lord Hamilton ambasciatore d'Inghilterra, grazie al quale vasi e suppellettili di Trebula sono esposti al British di Londra. Lo studioso presenterà inoltre il volume Trebula Baliniesis Notizia preliminare sugli scavi e restauri 2007-2009, da lui curato e con contributi di numerosi esperti tra cui spicca il Prof. Mario Pagano, Soprintendente Archeologo di Caserta al tempo degli scavi e prefatore del volume, oggi Soprintendente dell' Umbria.
Seguirà la seconda sessione dedicata al Volontariato che ha avuto un ruolo importante, partecipando agli scavi grazie alla liberalità del Comune e della Soprintendenza, ed anche con numerosi interventi di studio e promozione.
Aprirà questa sessione il Dott. Nunziante de Maio, Direttore Nazionale dei Gruppi Archeologici d'Italia che relazionerà sul tema "Il Volontariato in archeologia, la situazione e le prospettive" : oggi che le risorse economiche e umane per la cultura sono in costante diminuzione con grave pericolo per il cultural heritage, un volontariato esperto, motivato, generoso e sinergico con gli Enti Territoriali e di Tutela può dare un prezioso contributo alla ricerca, tutela, valorizzazione.
Quindi Valerio Caiazza Direttore del Gruppo archeologico Trebula Balliensis esporrà le esperienze compiute dal Gruppo negli anni: dall'organizzazione di campagne di scavo, alla creazione di un sito Web scientificamente esaustivo e utile per i turisti sulla città antica, all'effettuazione di visite guidate in occasione della Settimana della Cultura, delle Giornate Europee del Patrimonio e Giornate FAI di Primavera , ai corsi di Archeologia che hanno coinvolto docenti universitari provenienti da tutta Italia e Accademici dei Lincei . Tali corsi hanno richiamato studenti e appassionati da tutta l'Italia e dall'estero.
Il Gruppo ha altresì curato negli anni l'accoglienza e guida alla visita in favore di chiunque abbia interesse per Trebula e l'archeologia dell'Alto Casertano :dagli studiosi accademici italiani e stranieri, agli studenti dei licei Italiani e di università italiane come quella di Chieti Pescara e stranieri come la Macewans University di Edmonton Canada, sino ai bimbi scout di Scampia tutti entusiasti della visita.
Il Direttore Valerio Caiazza relazionerà sulla sinergia realizzata con Comune ed imprenditori locali per realizzare pannelli al servizio dei visitatori, per attrezzare sentieri di ed itinerari di visita archeologico-naturalistica ed infine sull'inizio della creazione di un Cammino di Annibale in Campania, tesa ad inserire Trebula e l'Alta Provincia, nell' Itinerario Europeo La Rotta dei Fenici già concretamente messa a fuoco nella Prima Giornata Annibalica tenuta il 22 Aprile 2012 , con la partecipazione de prestigiosi studiosi e del Sindaco del Comune di Tuoro sul Trasimeno, Dott. Mario Bocerani e del Vicesindaco Lorenzo Borgia.
L'arch. Daniele Baldassarre Coordinatore del Centro Studi sull'Opera Poligonale, autore di prestigiose pubblicazioni tese alla studio ed al rilancio delle città megalitiche che furono dai tempi del Dodwel e di Marianna Candida Dionigi fonte di richiamo del Gran Tour in Italia tra Sette-Oottocento e Novecento relazionerà sul tema " Mura mitiche e moderna conoscenza" e sulla prospettiva di una moderna sinergia di azione tra le grandi Città Megalitiche, allo scopo della valorizzazione dei siti megalitici.
Valorizzazione che sarà oggetto dell'intervento del Presidente della CCIAA Tommaso De Simone il cui intervento esaminerà la concreta possibilità dell'integrazione della risorsa natura ed archeologia del Montemaggiore con la forte differenziata e tradizionale offerta locale di prodotti tipici ( vino autoctono Casavecchia, mozzarella di bufala campana, olio,caso conciato, salumi di qualità nonché con la offerta di agriturismo e ricettività, qui eccezionale data la presenza nel Comune di Pontelatone di circa 25 strutture ricettive).
Interverrà anche l'On. Massimo Grimaldi, Presidente della Commissione Bilancio della Regione Campania,
che visita nuovamente Trebula , ribadendo come in passato la vicinanza della Regione ai progetti che il Comune e la società civile di Pontelatone svolgono al fine di riappropriarsi della propria identità territoriale e culturale, ampliando di fatto le possibilità lavorative e la tutela del patrimonio naturalistico e archeologico che contraddistingue il vero volto della Campania.

Tema che sarà ulteriormente sviluppato dal dott. Alfredo Aurilio, Commissario dell' Ept. Il titolo dell'i intervento "L'Ept oltre la Reggia per la promozione delle aree interne" dimostra già l'interesse dell'Ente verso le aree interne per differenziare ed arricchire l'offerta turistica della provincia e portare alla ribalta nazionale ed internazione l'eccezionale valenza di Trebula.
L'introduzioni e le conclusioni saranno a Cura dell' On.le Domenico Zinzi, Presidente della Provincia di Caserta, la cui stessa presenza è testimonianza dell'interesse verso l' Alta Provincia scrigno di natura archeologia, enogastronomia nella quale la valorizzazione delle risorse può assicurare identità alle collettività locali immagine positiva alla Provincia, continuità di popolamento, motore di economia, speranza per le giovani generazioni.





RADUNO REGIONALE DEI GRUPPI ARCHEOLOGICI DELLA CAMPANIA

DOMENICA 30 SETTEMBRE 2012

Domenica 30 settembre alle ore 9 nel Centro Studi sull’Insediamento Campano Sannitico sito nel Parco Archeologico della città sannitica di Trebula balliensis , oggi Treglia di Pontelatone avrà inizio il Raduno regionale dei Gruppi Archeologici della Campania, organizzato dal Gruppo Archeologico Trebula Balliensis , diretto da Valerio Caiazza e dal Direttore Regionale Luigi Sorrentino.

Aderiscono all’associazione fondata da Ludovico Magrini estesa in tutta Italia che dedica energie ed attenzione al patrimonio archeologico in Campania ben 17 gruppi archeologici i cui direttori e soci saranno guidati nella visita alla città antica dai giovani del Gruppo Trebula Balliensis da anni attivi nello studio e valorizzazione del sito.

Trebula Baliniensis è un città dalla vita millenaria, il cui arco temporale va dal VI sec. A.c.fino al IX sec. d.c.: nasce come insediamento sannitico, poi entra nell’orbita di Roma, lascia testimonianza di sé in iscrizioni di epoca tardo-imperiale e inizia a declinare nell’alto medioevo. L’abitato si sposterà verso Sud, dando origine alla attuale Treglia che continua il nome dell’antica città, . Alcuni noti autori antichi menzionano Trebula Balniensis : Cicerone considerava l’agro Trebulano come uno dei più convenienti da acquistare,Tito livio racconta della venuta nel 215 a.c. a Trebula di Quinto Fabio Massimo il Temporeggiatore che la riportò dalla parte di Roma, poiché la città aveva stretto alleanza con Annibale il Cartaginese. Plinio il Vecchio invece celebra la qualità del vino Trebulano (anche oggi è noto il vitigno pregiato del Casavecchia). Attualmente Trebula è l’insediamento sannitico meglio conservato che l’archeologia conosca, una sorta di miniera ricca di informazioni su aspetti culturali e storici del Sannio che prima si pensavano perdute

Dopo la visita alle ORE 11:30 i convegnisti daranno vita ad un FORUM TAVOLA ROTONDA PRESSO IL CENTRO STUDI , nel quale dopo il saluto del Sindaco di Pontelatone,Dott. Antonio Carusone,Il Benvenuto del Direttore del Gruppo Archeologico Trebula Balliensis,Valerio Caiazza l’introduzione del Direttore Regionale dei Gruppi Archeologici della Campani Ing. Luigi Sorrentinoci sarà l’intervento del Direttore Nazionale Dott. Nunziante Di Maio a proposito del progetto europeo "Gioventù in Movimento" e sulle attività di volontariato nelle zone colpite dal sisma in Emilia.


GUARDA LA LOCANDINA
SFOGLIA LA GUIDA PROGRAMMA




PRIME GIORNATE ANNIBALICHE
IN
CAMPANIA E MOLISE

XIV SETTIMANA DELLA CULTURA



EVENTO PROMOSSO DALLA DIREZIONE REGIONALE PER I BENI CULTURALI DELLA CAMPANIA

ARCHEOLOGIA STORIA E DIDATTICA
IN
TREBULA BALLIENSIS
CITTA' SANNITICA SUL CAMMINO DI ANNIBALE


Treglia di Pontelatone (Caserta) 21-22 Aprile 2012



Il ritorno di Annibale:
città luoghi genti storia e mito di Annibale in Campania e Molise

Questo il tema delle Prime Giornate Annibaliche in Campania e Molise che si svolgeranno col seguente programma:


SABATO 21 APRILE
ORE 10:00-12:30

--Visite guidate gratuite al Parco Archeologico dell'Antica Trebula Baliniensis
--Inaugurazione dei pannelli illustrativi e dei percorso dei Qr Code.
--Mostra didattica sui risultati di scavo editi e sulle attività di volontariato nell'Antica Trebula Baliniensis.
--Proiezione di immagini sul X Corso Castra Hannibalis e sulle vicende Annibaliche in Campania e Molise.

--Progetto didattico "Trebula tra archeologia e storia"con docenti e alunni dell'Istituto Salesiano di Caserta (Liceo Classico).
--Simulazione di scavo su stratigrafie artificiali e manipolazione dell'argilla secondo tecniche antiche.






DOMENICA 2 2 aprile


ORE 10:00
Centro-studi sull'Insediamento Campano-Sannitico
Treglia di Pontelatone Via Roma

Saluto del Sindaco di Pontelatone Dott. Antonio Carusone

Saluto del Sindaco di Tuoro sul Trasimeno Mario Bocerani

Saluto del Direttore Regionale GAI Campania Ing. Luigi Sorrentino

Saluto del Preside Istituto Salesiano di Caserta Don Pasquale D'angelo

Saluto del Presidente Club Unesco di CasertaProf. Iolanda Capriglione

Saluto del Presidente dell'Istituto Storico Archeologico Campano Sannitico

Dott. Giuseppe Monti

Saluto del Comitato Pro Canne della Battaglia Dott. Francesco Saverio Quatrano

Saluto del Presidente dell'Archeoclub di Falciano del MassicoDott. Ugo Zannini

Saluto del Presidente dell'Archeoclub Atellano Dott. Giuseppe Petrocelli


Interventi

Valerio Caiazza (Direttore G.A. Trebula Baliniensis)
Recupero dell'identità storica e prospettive di valorizzazione per l'Alta Terra di Lavoro: storia e mito di Annibale .

Lorenzo Borgia (Vicesindaco di Tuoro sul Trasimeno)

Annibale al Trasimeno: ieri ed oggi


Prof. Giuseppe Guadagno (già Univ. Salerno)
"Annibale in Campania nelle fonti storiche"

Avv. Domenico Caiazza (Presidente Centro Studi sul medioevo di Terra di Lavoro)
"Città genti luoghi di Annibale in Campania e Molise"

Prof. Gianfranco De Benedittis (Univ. Molise)
Il Sannio Pentro ai tempi di Annibale. I casi di Geronium ,Monte Vairano e Carlantino

Comunicazione:

Prof. Serena Vastano (Istituto Salesiano di Caserta)

Il Progetto "Trebula tra archeologia e Storia"




L'antica città sannitica e poi romana di Trebula Balliensis ormai da tutti definita la "Pompei dei Sanniti è un patrimonio di eccezionale rilevanza per l'archeologia italica," .Gli scavi iniziati nel 2007 hanno portato alla luce imponenti vestigia di una civiltà, quella sannitica, le cui tracce spesso sono state cancellate nel volgere dei tempi. Il cuore del Parco Archeologico è la porta megalitica, per dimensioni e tecniche costruttive paragonabile a alla Porta dei leoni di Micene .
Ben conservato ed evidente il circuito murario che supera i due chilometri e mezzo, incorporando una serie di piccole porte magnificamente conservate ( le postierle).
Accanto alle grande porta megalitica detta dei Giganti vi è l'Heroon, una tomba-tempio dell'eroe e fondatore mitico della città, in cui è stato rinvenuto il cranio di un cane sepolto assieme all'accetta con cui venne sacrificato.
Una grande fornace per bucchero è stata rinvenuta al margine opposto della porta. Notevolmente conservate anche le terme romane che sfoggiano gli originali rivestimenti marmorei ed i sistemi di riscaldamento.
Il Gruppo Archeologico Trebula Balliensis , con il consenso del Comune di Pontelatone e della Soprintendenza archeologica ha propiziato il fatto che lo scavo non fosse indirizzato solo al mondo scientifico ma anche, e forse soprattutto, ai visitatori che hanno potuto accedere allo scavo perfino durante i lavori.
Da qui la tradizione degli eventi di divulgazione come la Settimana della Cultura, promossa dalla Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici che il Gruppo celebra da anni.
VISITE GUIDATE GRATUITE
Anche quest'anno nella XIV settimana della Cultura sono stati programmati eventi che garantiranno l' accesso al Parco, la comprensione dei monumenti emersi e farà da stimolo alla ricerca ed all'accrescimento dell'interesse collettivo.
Saranno disponibili per il pubblico una serie di nuovi pannelli illustrativi, fissi e mobili, e inoltre la visita sarà scandita da delle audioguide: e chi è dotato di smartphone potrà seguire i codici QR disseminati puntualmente nel sito e ricevere e spiegazioni, ascoltare approfondimenti e guide e vedere le immagini dei reperti proprio dove sono state ritrovati.
Come per gli anni passati i volontari del Gruppo Archeologico Trebula Balliensis offriranno delle visite guidate gratuite, narrando anche a come il sito archeologico è stato in questi anni vitalizzato : narreranno le loro esperienze e sarà al tempo stesso possibile visitare la mostra sull'attività di Volontariato e sulla scoperta di Trebula e le sue vestigia presso il Centro Studi sull'Insediamento Campano-Sannitico.
L'orario di visita andrà dalle 9:30 alle 10:30 del giorno 21 e alle 13 del 22.
ATTIVITA DIDATTICHE
L'evento è particolarmente felice quest'anno grazie alla collaborazione con l'Istituto Salesiano di Caserta: Il Gruppo Archeologico e il Liceo Classico Salesiano hanno organizzato un
progetto didattico, denominato Trebula tra archelogia e storia, che coinvolgerà più di 60 giovani. I Ragazzi, precedentemente preparati con delle lezioni in istituto su nozioni di archeologia e sul Sannio, i Sanniti , e la loro storia cultura ed arte, oltre a visitare Trebula, si cimenteranno in una simulazione di scavo su stratigrafie artificiali e proveranno delle tecniche di manipolazione dell'argilla usate nell'antichità.
Anche i visitatori che verranno per la Settimana della Cultura potranno assistere a tali attività. La collaborazione con l'Istituto Salesiano di Caserta ha lo scopo di avvicinare i giovani alle discipline umanistiche, rafforzare l'identità territoriale tramite la rivalorizzazione del patrimonio storico artistico, inculcando in loro il senso civico di amore e tutela dei beni culturali.
Inoltre si vuole illustrare l'eccezionale patrimonio archeologico dell'Antica Trebula Balliensis agli studenti, presentare loro la cultura e la civiltà dei Sanniti, poco noti generalmente; fornire un approccio nuovo, dinamico e divertente di studio della storia fornendo loro un contatto più concreto.
. Questo ecco il link sul sito: ministeriale: http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Eventi/visualizza_asset.html_779324338.html


IL CAMMINO DI ANNIBALE
L'evento annibalico si svolge domenica 22: Trebula è una città d'Annibale, poiché nel 215 a.c. se la contesero Quinto Fabio Massimo il Temporeggiatore e lo stesso Annibale , che aveva convinto i Trebulani a passare dalla parte dei Punici. L'intervento di Quinto Fabio Massimo fece sì che Trebula tornasse nell'orbita politica di Roma.
L'iniziativa ha particolare valore dato il moderno disinteresse sugli studi annibalici in Campania (assurdo data l'importanza degli eventi) che non consente spesso di contestualizzare alcuni episodi della Seconda Guerra Punica in Campania.

Dopo anni di studi topografici, si riscopre Trebula e la Campania come teatro di guerra: nell'incontro presso il Centro-Studi verranno esposte le scoperte maturate durante il X Corso Internazionale di Archeologia "Casta Hannibalis" (notizie e immagini al link http://www.trebulaballiensis.org/rassegna_eventi.html )e si procederà a una ricostruzione del periodo. Oltre agli studiosi e ricercatori saranno presenti rappresentanti di associazioni e di amministratori di comuni delle città annibaliche in Campania, e docenti degli istituti in cui si sono svolti i progetti didattici, in modo da poter rilanciare attività per studenti (anche universitari).


Modererà gli interventi Valerio Caiazza, (Direttore del Gruppo Archeologico Trebula Balliensis) che inoltre svilupperà un discorso intorno al "Recupero dell'identità storica e prospettive di valorizzazione per l'Alta Terra di Lavoro :storia e mito di Annibale ".
LA VALORIZZAZIONE E LO STUDIO
Porteranno il loro saluto Il Sindaco di Pontelatone (Dott. Antonio Carusone) e il sindaco di Tuoro Sul Trasimeno, città umbra dove Annibale sconfisse l'esercito romano di Quinzio Flaminio e in cui da decenni
si svolgono attività internazionali di ricerca e didattica; interverranno anche il Direttore Regiona GAI , l'Ing. Luigi Sorrentino e Don Pasquale D'angelo, Preside dell'Istituto Salesiano di Caserta. La Prof. Iolanda Capriglione verrà a porgere il saluto del Club Unesco di Caserta, da lei presieduto. Sarà presente anche il Dott. Giuseppe Monti che rappresenterà uno dei partner della giornata, ovvero l'Istituto Storico Archeologico Campano Sannitico, che ha portato il suo contributo come gli altri Partner: l'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli e l'Archeogruppo Saunia.

Lorenzo Borgia, Vicesindaco di Tuoro sul Trasimeno, illustrerà il percorso svolto da comune in questi anni per valorizzare il patrimonio intangibile del campo di battaglia del Trasimeno, con una particolare attenzione all'impatto
socio-economico di un sano turismo culturale e di qualità.

Alle ore 10 avrà inizio la sessione di studio, aperta a tutti.
Vi sarà l'intervento del Prof. Giuseppe Guadagno, docente emerito di storia antica ed archeologia nell'università di Salerno, con una conferenza da titolo "Annibale in Campania nelle fonti storiche", cui seguirà la relazione "Città genti luoghi di Annibale in Campania" dell'Avv. Domenico Caiazza, insigne studioso dell' archeologia e popolamento della Campania preromana. Il Prof. Gianfranco De Benedittis, Docente di archeologia nell'Università del Molise relazionerà sulla guerra annibalica nel Molise e sugli scavi e scoperte di Geronio abitato molisano occupato da Annibale ,di Monte Vairano,e Carlantino.

Al termine della giornata vi sarà una comunicazione della Prof.Serena Vastano (docente Istituto Salesiano di Caserta) che illustrerà l'iter e i risultati del progetto didattico "Trebula tra Storia e Archeologia" illustrando le reazioni degli studenti e i futuri sviluppi di tale progetto. L'alto profilo scientifico dei relatori, garantiranno un'ulteriore spinta alla ricerca, in modo da far luce su aspetti controversi o poco chiari del periodo annibalico e della reazione dei Sanniti alla guerra.



Alle ore 12:30 la visita guidata del Parco Archeologico, curata dai componenti del Gruppo Archeologico concluderà la Gionata Annibalica.

LEGGI LA LOCANDINA









CASTRA HANNIBALIS

X CORSO DI ARCHEOLOGIA

Città luoghi genti storia e mito di Annibale
in Campania ed in Molise

27 Agosto-4 Settembre 2011


Il Gruppo Archeologico Trebula Balliensis
in collaborazione con

L'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici

e la cooperazione
dell'Istituto Storico-Archeologico Campano-Sannitico e dell'Archeogruppo Saunia




Organizza un corso estivo multidisciplinare di archeologia,storia,topografia,rilievo e documentazione, epigrafia italica e romana destinato a studenti universitari, a soci dei GAI, a semplici appassionati.
Il Corso si iscrive nella scia delle scuole estive di archeologia da anni organizzate presso il Centro-Studi sull'Insediamento Campano-Sannitico e pur sulla scia del IX Corso di
Archeologia "Mamerte" si distingue per l'assoluta novità del tema, per l'approccio multidisciplinare e pratico che ne fa un vero e proprio stage e per la diretta attinenza tra il tema e Trebula Balliensis, oggi Treglia di Pontelatone che Livio menziona come una delle tre città passate ad Annibale e poi tornate in alleanza con Roma grazie all'opera di Quinto Fabio Massimo il Temporeggiatore .
L'azione di ricerca si concentrerà sul passaggio di Annibale e sulle scelte ed espedienti tattico-strategici da lui adottati: si discuterà il perché di alcune sue decisioni e, confrontando le fonti storiche con una peculiare analisi della morfologia del territorio, si tenterà di fare nuova luce su molti aspetti restati in penombra se non addirittura nel buio.
Dopo l'illustrazione e disamina di tutte le fonti (topografiche, storiche, archeologiche) e l'esposizione delle interpretazioni topografiche maturate nei secoli, in lezioni-seminari dialogiche con gli studenti, si procederà ex-novo allo studio del territorio fisico, con le sue modificazioni d'epoca storica, con l'analisi comparata degli insediamenti preromani e
romani, la cernita dei dati certi ed incontrovertibili, la verifica di quelli ancora opinabili, il tutto con ricognizioni e esercitazioni di documentazione e rilievo.
Lo studente si troverà quindi coinvolto direttamente nel vero e proprio lavoro di ricerca.
Particolare cura sarà data alla ricerca degli accampamenti di Annibale sul Tifata, del sito del Callicola Mons ( teatro della battaglia dei buoi incendiari nella quale Annibale lanciò contro i romani buoi con fascine di sterpi infuocate.)
Conoscere l'ubicazione dei tanto famigerati ozi di Capua, centrali nella storia della Seconda Guerra Punica, sarebbe un nuovo punto di partenza per gli Studi Annibalici.

Il Corso è tenuto da studiosi di rilevanza nazionale ed internazionale come il
Prof. Giovanni Brizzi, docente di storia romana nell' Università di Bologna e, tra l'altro, autore dei volumi " Annibale, strategia e immagine",( Perugia, 1984), "Scipione e Annibale. La guerra per salvare Roma,"( Laterza Bari-Roma 2007)," Il guerriero, l'oplita, il legionario: gli eserciti nel mondo classico", (Il Mulino, Bologna, 2002);
Il
Prof. Adriano La Regina, Accademico dei Lincei e Presidente dell'INASA (Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell'Arte), tra i massimi esperti mondiali dei Sanniti, della loro cultura e topografia;
Il
Prof.Giuseppe Guadagno e la Professoressa Rosalba Antonini, docenti emeriti rispettivamente delle Università di Salerno e Urbino, illustreranno le fonti e proseguiranno i corsi di epigrafia latina e di lingua ed epigrafia sannitica, avviati nel precedente corso di archeologia.

Il
Prof. Gianfranco De Benedittis illustrerà l'importantissima città sannitica di Monte Vairano (presso l'attuale Campobasso) distrutta da Annibale.
I
Professori Pietro Di Lorenzo e Giuseppe Grossi impartiranno nozioni teorico-pratiche di rilievo e documentazione topografica ed archeologica.
La
Prof.ssa Alessia Ventriglia illustrerà Capua ai tempi di Annibale, l'Avv. Domenico Caiazza , Coordinatore Scientifico del Corso, affronterà i temi dell'ubicazione degli accampamenti di Annibale sul Tifata e e di Claudio Marcello sui monti sopra l'antica Suessola, guiderà le esercitazioni di foto interpretazione, cartografia, topografia ed esaminerà i "relitti toponomastici" ed il mito di Annibale.

Il Corso sarà tenuto presso il Centro-Studi sull'Insediamento Campano-Sannitico di Trebula la cui foresteria alloggerà i corsisti provenienti da fuori regione e dall'estero.
Oltre gli stage e le esercitazioni pratiche sono previste visite guidate a musei e siti archeologici a cominciare dall'Antica Trebula, della quale recenti scavi hanno restituito una monumentale porta a tenaglia e rafforzamenti delle mura megalitiche probabilmente collegabili all'invasione annibalica, proseguendo per Cubulteria e Austicula (altre città riprese da Fabio Massimo) e toccando anche Pietrabbondante e Monte Vairano nel Sannio molisano.


ISCRIZIONI

La domanda d'iscrizione (meglio se correlata da breve curriculum) deve pervenire al seguente indirizzo : saunia.trebula@gmail.com

Si consiglia a chi fosse interessato a partecipare di iscriversi per tempo, essendo il numero massimo di partecipanti fissato a 20 persone;
a chi necessita di essere alloggiato spartanamente e gratuitamente presso la foresteria del Centro-Studi (vedi il programma sottostante) si consiglia di prenotarsi in tempi ancor più brevi.

LA LOCANDINA

IL PROGRAMMA (PDF)















TERRA LABORIS FELIX TERRA:

PRESENTAZIONE DEGLI ATTI DELLE PRIME SECONDE E TERZE GIORNATE CELESTINIANE DI TERRA DI LAVORO


Sabato 4 Giugno 2011,
Raviscanina (CE)
Auditorium "Gaudium et Spes"


In occasione della solenne Peregrinatio delle spoglie mortali di San Pietro Celestino V Papa, il Centro-Studi sul Medioevo di Terra di Lavoro presenterà gli Atti delle Giornate Celestiniane di Terra di Lavoro. La manifestazione si inserisce nel solco di quelle organizzate in passato dal Centro-Studi, volte alla riscoperta di Celestino V, della sua biografia e spiritualità al fine di rendere nota la fondata ipotesi che la sua terra natale fosse quella dell'antico Castrum Sancti Angeli de Ravecanina (oggi corrispondente ai comuni di Raviscanina e Sant'Angelo).
Presiederà la manifestazione Don Alberto Coratti (Abbazia di Casamari), mentre introdurrano la manifestazione Biancamaria Valeri (Presidente Centro-Studi Internazionale Giuseppe Ermini) ed il Prof.Marcellino Diana, che in qualità di Vicepresidente della
Banca Capasso Antonio spa di Alife discuterà delle potenzialità di sostegno alla cultura dei privati. Difatti la Banca Capasso sta curando tramite i buoni uffici del Centro Studi Sul Medioevo di T.L. il restauro dell'affresco di Santa Maria della Ferrara (Vairano) in cui è presente l'unico ritratto realistico di Celestino V, eseguito quando era ancora in vita.
Il presidente della Pro Loco "Rupecanina" Costantino De Cristofano presenterà le medaglie celebrative di bronzo che saranno illustate dalle artiste realizzatrici Laura Niola e Daniela Morante.
Saranno presenti gli illustri studiosi che hanno partecipato le scorse volte ed anche nuovi nomi:Elpidio Valeri, Claudio Del Villano, Luigi R.Cielo, Rossella Merola,Renato Cifonelli, Franco Valente, Domenico Caiazza,Carmelo Lepore,Giulio De Jorio Frisari, Claudio Palumbo,Filippo Pece, Luigi Di Cosmo, Pietro Di Lorenzo,Don Igino Vona, Domenico Foligno.

La manifestazione sarà allietata da interludi musicali ad opera del Gruppo Vocale e Strumentale "Ave Gratia Plena", che riproporrà canti e musiche devozionali dei tempi di Celestino V.

Concluderà la giornata il Vescovo di Alife-Caiazzo
S.E. Mons.Valentino Di Cerbo.

VEDI LA LOCANDINA (PDF)

VEDI L'INVITO (PDF)







XIII SETTIMANA DELLA CULTURA:
VISITE GUIDATE GRATUITE AL PARCO ARCHEOLOGICO DELL' ANTICA TREBULA



In occasione della XIII Settimana della Cultura,Sabato 16 e Domenica 17 offriremo visite guidate gratuite al Parco Archeologico dell'antica Trebula Balliensis.Sarà inoltre possibile visitare la mostra sulle attività di volontariato e sugli stage condotti dai licei nel corso degli anni. La mostra è allestita presso il Centro-Studi sull'Insediamento Campano-Sannitico di Trebula.

Per informazioni 3288153025
Orario: 10-13 (partenza ultima visita 12:30)

saunia.trebula@gmail.com

Per raggiungerci: clicca per la mappa




SCIENTIA MAGISTRA VITAE:
Creare, Conoscere, Diffondere e Valorizzare la Scienza e la sua memoria storica

“Il sapere è un incontro di talenti, storia e libertà”

Venerdì 14 Gennaio - Martedì 31 Maggio 2011


Il progetto, i cui fini sono esposti nel paragravo precedente (vedi sotto) coinvolge studiosi e professori al fine di divulgare l'importanza della scienza nella nostra storia e nel nostro presente.
L'interessante programma e le date e gli orari sono esposti nel sito ufficiale della rassegna a cui rimandiamo:
SCIENTIA MAGISTRA VITAE



Presentazione del progetto
"Scientia magistra vitae"
e concerto dell'Associazione Durante
ISISS Buonarroti, Caserta
Venerdì 14 Gennaio 2011

ore 19,00

Presso l' Istituto Geometra "Michelangelo Buonarroti" di Caserta sarà presentato il progetto "Scientia magistra vitae" realizzato con il contributo del MIUR e di cui il Gruppo Archeologico Trebula Balliensis è partner. Lo scopo del progetto è quello di mostrare l'importanza nel quotidiano della scienza, soprattutto mostrando la sua necessità dalle discipline tecniche alla musica.

Gli scopi del progetto sono:

a) avvicinare il mondo delle scienze pure (matematica e fisica) e di qualche applicazione tecnica (misura del territorio, topografia, costruzioni etc.) ai giovani e alla cittadinanza anche mediante le azioni evocative e suggestive proprie delle "arti" (musica e arti figurative, archeologia) e la potenza narrativa della storia (soprattutto di quella del proprio territorio), con l'approccio multidisciplinare e multisensoriale e il richiamo al senso di appartenenza al territorio;

b) suscitare la partecipazione degli studenti dei gruppi-classe delle scuole direttamente partecipanti al progetto mediante il pieno coinvolgimento dei giovani, dal punto di vista razionale ed emotivo, nelle attività di formazione per prepararli ad essere protagonisti della gestione della divulgazione dei contenuti scientifici a favore dei loro coetanei della stessa scuola o di altre scuole in visita e dell'utenza adulta.

IN OCCASIONE DELLA PRESENTAZIONE L' ASSOCIAZIONE FRANCESCO DURANTE ORGANIZZERA' IL CONCERTO :



LA MISURA DI UN GENIO: L'ARTE PIANISTICA DI FRÉDERIK CHOPIN

PROGRAMMA

Fréderik Chopin (
Zelazowa Wola, 1810 - Paris, 1849)
Notturno op 9 n 1 in si b min
12 studi op 10
Ballata n1 in sol min
Fantasia op 49




Francesco Luigi Trivisano pianoforte





L'Effige di Nicola D'Alife
e la Bibbia di Malines
Alife,Sala Consiliare del Comune,
Domenica 19 Dicembre 2010, ore 17,00


Sarà presentato l'interessante volume di Michele Maietti dedicato alla Bibbia già del seminario di Malines ora all'Università di Lovanio che fu di proprietà di questo famoso figlio di Alife, giurisperito,notaio e Gran Cancelliere del Regno.
Si tratta di un volume preziosissimo e raro per le miniature dall'eccezionale valore storico-artistico.Presenzieranno alla manifestazione il Sindaco di Alife, Arch.Maddalena Di Muccio,il
Presidente dell'Associazione Storica del Medio Volturno Pasquale Simonelli, mentre figureranno tra i relatori il Prof.Alessandro Parisi, artista scultore e già Assessore al Patrimonio Storico Archeologico del Comune di Alife, l' Avv.Domenico Caiazza Presidente del Centro-Studi Sul Medioevo di Terra di Lavoro,il Dott.Alfredo Franco , paleografo e l'autore stesso dell'opera il Dott.Michele Maietti.
La giornata di studi si avvale del patrocinio del Comune di Alife ed è finanziata ,come la pubblicazione del libro, dalla Banca Capasso Antonio s.p.a.


VEDI L'INVITO


<!-- AddThis Button BEGIN -->
<div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style">
<a class="addthis_button_preferred_1"></a>
<a class="addthis_button_preferred_2"></a>
<a class="addthis_button_preferred_3"></a>
<a class="addthis_button_preferred_4"></a>
<a class="addthis_button_compact"></a>
</div>
<script type="text/javascript">var addthis_config = {"data_track_clickback":true};</script>
<script type="text/javascript" src="http://s7.addthis.com/js/250/addthis_widget.js#username=trebulaballiensis"></script>

<!-- AddThis Button END -->


CONVEGNO DI STUDI:
TEMI DEL RISORGIMENTO TRA LETTERATURA
CULTURA SOCIALE E STORIA

ISERNIA, (SEDE DELL'UNIVERSITA')-VENERDì I OTTOBRE
Il Centro-Studi sul Medioevo di Terra di Lavoro, l'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e l'Università del Molise organizzano una giornata di studi dedicata alla temperie culturale del secolo in cui avvenne l'unificazione dell'Italia, attraversando le spinte ideologiche e pratiche fino alle dirette conseguenze sul Meridione d'Italia.
Lo scopo della giornata è quello di aprire una riflessione storica che non si presti alla strumentalizzazione interessata e che, rifuggendo dall'esaltazione retorica o dal revanscismo,possa far luce su uno dei periodi cruciali e tra i più discussi della nostra storia.
Un discorso che potrebbe portare ad una pacificazione od almeno ad una visione storica condivisa.
Al centro del dibattito, quasi in un ideale contraddittorio, le due visioni opposte di Gennaro Saladino, Vescovo di Isernia fedele alla corona borbonica, e Gennaro Di Giacomo, Vescovo di Alife filounitario.






Programma nell'Invito

VEDI L'INVITO IN PDF


<!-- AddThis Button BEGIN -->
<div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style">
<a class="addthis_button_preferred_1"></a>
<a class="addthis_button_preferred_2"></a>
<a class="addthis_button_preferred_3"></a>
<a class="addthis_button_preferred_4"></a>
<a class="addthis_button_compact"></a>
</div>
<script type="text/javascript">var addthis_config = {"data_track_clickback":true};</script>
<script type="text/javascript" src="http://s7.addthis.com/js/250/addthis_widget.js#username=trebulaballiensis"></script>
<!-- AddThis Button END -->

Medievalia


Sabato 25 e Domenica 26 settembre 2010
, Treglia di Pontelatone (CE)
Centro Studi per l'Insediamento Campano Sannitico di Trebula Balliensis, via Roma si chiude l'edizione 2010 di "Medievalia" - corsi estivi di cultura materiale del Medioevo.

Come per le altre giornate di Medievalia di Luglio (Anteprima: 18 luglio, Castel San Vincenzo, IS) e Agosto (27-29 agosto, Raviscanina, CE), sono in programma conferenze, visite guidate, laboratori e concerti riguardanti aspetti del Medioevo di Terra di Lavoro.

In particolare, le conferenze di storia, entrambe di grande interesse per il prestigio culturale dei relatori, tratteranno di Caiazzo in età normanna

(prof. L. Cielo) e il singolare culto, retaggio di riti arcaici ed antichissimi, testimoniato dalle fontane dei bambini (avv. D. Caiazza). La relazione della dott. Merola illustrerà alcuni aspetti della raffigurazione di San Pietro Celestino nei dipinti. Il seminario di Pietro Di Lorenzo presenterà i risultati della ricerca condotta sui codici musicali medievali di Terra di Lavoro. Il momento laboratoriale è interamente dedicato alla danza del primo '400 (a cura di Elena Polito) con la ricostruzione di una danza dal "De Arte Saltandi" di Domenico da Piacenza. La visita guidata al bellissimo sito archelogico di Trebula Balliensis (città abitata per oltre un millenio dall'età sannitica all'Alto Medievo), il concerto / spettacolo (in Pontelatone, borgo antico) e l'animazione della liturgia con canti medievali (Casalicchio di Pontelatone, Sant'Andrea) completano il ricco programma.

Orari, luoghi, programma completo e dettagli sul sito: www.vicusmedievalis.altervista.org.

La partecipazione ai concerti è libera. Conferenze e laboratori prevedono la registrazione (gratuita) mediante l'invio del modulo d'iscrizione disponibile sul sito, alla pagina del programma.

L'iniziativa è inserita nel programma delle Giornate Europee del Patrimonio 2010, promosse dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali




ATTENZIONE
:

LA LEZIONE DEL PROF.GIUSEPPE GUADAGNO DEL GIORNO 8 SETTEMBRE SI SVOLGERA' ALLE 16:30 ANZICHE' ALLE 9.30 COME PRECEDENTEMENTE ANNUNCIATO.


Avviso pubblico

PROGRAMMA DEFINITIVO CORSO MAMERTE





IX CORSO DI ARCHEOLOGIA
"MAMERTE"



ISTITUTO STORICO ARCHEOLOGICO CAMPANO SANNITICO
CENTRO STUDI TREBULA BALLIENSIS SULL'INSEDIAMENTO CAMPANO SANNITICO
GRUPPO ARCHEOLOGCIO TREBULA BALLIENSIS DIREZIONE REGIONALE CAMPANIA G.A.I.
ARCHEOGRUPPO SAUNIA


ORGANIZZANO


IL IX CORSO DI SCUOLA DI ARCHEOLOGIA DENOMINATO
MAMERTE
Il Corso avrà luogo in Treglia di Pontelatone, nella sede del Centro Studi dove verranno svolte lezioni ed esercitazioni.
SI SVOLGERA' TRA IL 31 AGOSTO E L' 08 SETTEMBRE 2010
I posti letto sono 14 ( 10 donne e 4 uomini) nella foresteria del centro studi per chi avesse la necessità di pernottare ,vi è l'obbligo di presentare richiesta di partecipazione (Modulo di iscrizione a fine testo) tramite mail :scrivere a saunia.trebula@gmail.com

Gli studiosi quest'anno coinvolti sono la
Prof.ssa Rosalba Antonini, il Prof.Giuseppe Guadagno, l'Avv.Domenico Caiazza, il Prof.Giuseppe Grossi.

IL corso offre la possibilità di esplorare il mondo sannitico nella sua dimensione linguistico-culturale (l'osco, i suo rapporti con le lingue italiche ed indeuropee) e spaziale( gli insediamenti, il loro formarsi e modificarsi). Il corso è aperto a tutti: gli argomenti verranno trattati dal principio al fine di sconfiggere il "mostro" dell'apparente osticità di questi argomenti. I seminari cuciranno la visione globale degli studi a quella
"particolare" di Trebula: studiarne l'epigrafia (sannitica e romana) analizzare la cinta, a quale tipologia appartiene e il suo modificarsi con l'avvento della conquista romana saranno una conseguenza dell'iter del programma prescelto.
Non sarà meno presente quest'anno l'attività sul campo: vi saranno prove pratiche di misurazione,rilievo diretto e fotografia archeologica.

Quest'anno il corso è dedicato a Mamerte ovvero al corrispondente osco di Marte, divinità fortemente sentita in ambiente campano
( furono proprio i Mamerteni, mercenari campani votati a questo dio, a fornire il casus belli della prima guerra punica),dopo i precedenti corsi denominati Saunia ( la lancia arma- simbolo dei sanniti da cui il nostro logo) , ed Herentas (corrispettivo osco di Venere : il corso dell'anno scorso assunse questo nome quando ci accorgemmo che il numero delle corsiste donne era superiore!).

Sottilineamo che inaugureremo questo corso
Mercoledì 31 Agosto con le visite guidate gratuite al Parco Archeologico dell'Antica Trebula, dalle ore 15 alle 17.30 ( senza obbligo alcuno di prenotazione).

L'alloggio presso il Centro-Studi è gratuito, le spese riguardanti il vitto sono da autogestirsi liberamente dai corsisti senza gestione, oneri od ingerenza alcuna da parte del Centro-Studi, che si limita a mettere a disposizione cucina e convenzione per pasto economico ad Euro 10,00 presso ristorante convezionato.

Gli ospiti dovranno portare lenzuola e federe.


Il corso non avrà luogo qualora non si raggiunga il numero minimo di partecipanti


I TEMI DI STUDIO DEL CORSO
:



I TEMA: la lingua sannitica.
Saranno trattati
Nozioni generali di linguistica, cenni
lingue indoeuropee, cenni
lingue preromane, in particolare lingua osco-umbro sabella cenni
lingua osca o sannitica?
Alfabeti
Grammatica
Fonetica
Morfologia
Le parole giunteci
Epigrafia italica cenni
Le iovile
VISITE GUIDATE:

Museo Provinciale di Capua
Museo dell'antica Capua
Punta della Campanella


II TEMA :INSEDIAMENTO SABELLICO ED ITALICO
LE FORTIFICAZIONI

Dal ver sacrum alla stanzialità
Insediamento paganico vicanico un modello in crisi?
Insediamento fortificato montano cenni generali
Urbs oppida castella.Ocres touta
Tecniche di individuazione
Toponomastica
Foto interpretazione
Ricognizione diretta
Tecniche di rilievo e documentazione grafica
Esercitazioni pratiche




Vedi il programma del corso in PDF

Compila ed Invia la domanda di iscrizione

Visualizza la domanda di iscrizione in PDF

Qualora il file di sopra di Info Path (
Invia la domanda di iscrizione ) non si aprisse visualizzarlo in pdf e spedire mail con i dati richiesti e l'accettazione delle condizioni espresse nella domanda.







Trasmettiamo il comunicato di
Pietro Di Lorenzo, Direttore Artisco del festival "IL trionfo del Tempo e del Disinganno", manifestazione musicale di eccezionale importanza per la ricchezza storico-musicale e per il prestigio conferitogli da anni di esperienza, tradizione e sperimentazione.E' inoltre una manifestazione che coinvolge direttamente i partecipanti, con corsi e dimostrazioni.
Quest'anno il G.A.Trebula Balliensis collaborerà ( il giorno 25), insieme ad altre associazioni attive costantemente sul territorio, l'Istituto Storico Archeologico sull'Insediamento Campano-Sannitico di Trebula ed il Centro Studi sul Medioevo di Terra di Lavoro di Raviscanina.

Vedi l'Invito

Per il 17° anno consecutivo l’Associazione Culturale “Ave Gratia Plena” di Limatola e l’Associazione Culturale “Francesco Durante” di Caserta
organizzano il festival di musica medievale, rinascimentale e barocca






6 giugno - 26 settembre 2010


Nello spirito del festival, i 16 concerti sono programmati in luoghi storici delle province di Benevento, Caserta e Isernia, tutti di grande interesse e bellezza, spesso noti solo agli studiosi. I siti sono stati scelti per la loro piena coerenza storica, artistica e architettonica con le musiche in programma così da suscitare il massimo coinvolgimento emotivo negli ascoltatori. Prima di ogni concerto si terrà una visita guidata. L’ingresso è libero.
Il cartellone musicale sviluppa i temi costantemente indagati nelle scorse edizioni, presentando diverse rarità musicali. Dopo la positiva esperienza dello scorso anno, il programma include anche “Medievalia” - corsi estivi di cultura medievale - realizzati per offrire occasioni di divulgazione di temi legati al medioevo ed in particolare alla cultura materiale (cucina, moda, danza, musica etc.). I corsi di “Medievalia” sono organizzati dalle Associazioni “Durante” e “Ave Gratia Plena” e dal Centro Studi per il Medioevo di Terra di Lavoro con la collaborazione della Pro Loco Rupecanina. Tutti i dettagli del programma sul sito www.vicusmedievalis.altervista.org.

Il concerto di apertura (in costume rinascimentale, con strumenti antichi e danze) è previsto per domenica 6 giugno in Sant’Agata de’ Goti (BN), Chiostro di San Francesco ed offrirà uno spaccato del mondo musicale napoletano della seconda metà del sec. XVI, centrato sul periodo in cui Sisto V (card. Felice Peretti) fu vescovo di S.Agata.


Interamente dedicato alla produzione di Vivaldi per organico doppio (doppio coro e doppia orchestra) è il concerto di domenica 13 giugno, nella bella parrocchiale barocca di S. Michele in Amorosi (BN).

Il concerto / spettacolo in costume antico di Domenica 20 giugno (Festa Europea della Musica) si terrà in un sito culturale tra i più importanti di Benevento, l’Archivio di Stato di Benevento. In programma musiche e danze delle corti del Quattrocento (Mantova, Ferrara, Firenze) con molti brani assolutamente inconsueti per la Campania.

Il panorama della produzione meridionale ed in particolare napoletana del Quattrocento sarà proposto nel concerto di Lunedì 21 giugno a Caserta, “Villaggio Torre”, (Festa Europea della Musica) realizzato in collaborazione con l’Archivio di Stato di Caserta che esporrà una mostra sugli antichi palazzi del centro cittadino.
Ancora il Rinascimento, questa volta visto con la prospettiva della circolazione di idee e temi musicali tra cultura aulica e popolare, sarà protagonista delle musiche (tutte piuttosto goliardiche) e delle danze (eseguite in costume) in programma in Limatola (BN), borgo antico, sabato 26 giugno, durante la manifestazione “Borgo dei Mestieri”.Tutto dedicato alle musiche presenti a Napoli nell’arco della vita di Masaniello (1620-1647), è il concerto di Pietramelara (CE), domenica 4 luglio, che sarà realizzato con strumenti e costumi barocchi e con qualche esempio di danza.
Per il tradizionale appuntamento del filone “Percorsi nella musica sacra”, il concerto di domenica 11 luglio, San Salvatore Telesino (BN), chiesa dell’Assunta, sarà interamente dedicato ad illustrare la produzione sacra di Vivaldi nei suoi più celebri capolavori corali (tra cui il “Credo” e il Magnificat).
La prestigiosa e consueta presenza del gruppo "Musica Rediviva" di Budapest (in costume e con strumenti antichi) proporrà le suggestioni delle musiche dell’Ungheria del Rinascimento nel castello di Prata Sannita, sabato 17 luglio. L’ingresso è gratuito, come per gli altri concerti, ma è per questo concerto è necessario prenotarsi secondo le indicazioni presenti sul sito www.trionfo.altervista.org

In concomitanza con la prima delle tre sessioni di “Medievalia”, in Castel San Vincenzo (IS), domenica 18 luglio si terranno due concerti di musica medievale in costume, il primo sotto forma di animazione della liturgia della Messa, l’altro come festa di piazza.

Per il ciclo dedicato ad illustrare uno strumento, quest’anno è la volta del violino presentato mediante la letteratura italiana del tardobarocco, con particolare attenzione alla scuola napoletana. Il concerto si terrà nella bella chiesa barocca di S. Pasquale (S. Salvatore) in Faicchio (BN), domenica 25 luglio. Alcune delle musiche in programma (di Cimarosa e di un anonimo che compose nel 1795) saranno presentate in prima moderna e costituiranno la pubblicazione, curata dall’Associazione “Durante”, del XVII “Quaderno di Musica Antica”.



Tre i concerti previsti nella sessione di “Medievalia” in Raviscanina (CE), il 27, 28 e 29 agosto, dedicati, rispettivamente, ad una lezione / concerto di storia della musica medievale, al Laudario di Cortona e alle musiche goliardiche medievali.

Chiudono il festival, il concerto di sabato 25 settembre (Musica e danza nel Medioevo) e l’animazione della liturgia di domenica 26 settembre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, che si terranno in Pontelatone (CE), in collaborazione con l’Istituto Storico Archeologico Campano- Sannitico di Trebula e il Gruppo Archeologico “Trebula Balliensis”, nell’ambito della terza ed ultima sessione di “Medievalia”.

Il festival si avvale del patrocinio morale della Provincia di Caserta e della Provincia di Benevento ed è realizzato con la preziosa ed insostituibile collaborazione di numerosi enti religiosi e di cultura, di molte associazioni e di privati (per la disponibilità delle dimore storiche di Prata Sannita e di Castel S. Vincenzo). L’elenco completo è in calce al programma, in allegato.



I programmi dettagliati dei concerti e le schede sui monumenti visitati sono sul sito: www.trionfo.altervista.org



Caserta, 26 maggio 2010.

Il Direttore Artistico

Pietro Di Lorenzo




Premio Internazionale di Archeologia "I SANNITI"Quinta edizione

Isernia, 22 Maggio 2010- Sala conferenze provinciale
IV Colloquio di Archeologia Italica
in onore del Prof. Antonio Guarino, Insigne Giurista ed Accademico dei Lincei

tema : Sanniti tra mos e ius, cioè tra consuetudine e diritto positivo.

Il Forum Internazionale organizzato dai Distretti Rotary 2100 ( Campania, Basilicata, Calabria) e 2090 (Marche, Abruzzo, Molise)vede impegnati docenti delle Università di Padova, Firenze, Vienna e Malaga si propone di verificare se i sanniti si reggessero solo con norme tradizionali e consuetudinarie o avessero leggi e ordinamenti giuridici, oltre le magistrature.

Il Premio i Sanniti in tal modo continua ad operare nell'intento di gettare nuova luce sulla antica civiltà sabellica e di contribuire alla riappropriazione dell'identità culturale e del sentimento di coesione tra le genti delle regioni interne, quelle dell'"osso"(le montagne dell'entroterra appenninico) minacciate dallo spopolamento,dalla crisi economica e dall'oblio di tradizioni e cultura.
Il comitato d'onore è formato dai Proff. Adriano La Regina, Aldo Luigi Prosdocimi, Giovanni Colonna.


Per maggioro informazioni il link al sito ufficiale del Premio: www.isanniti.org

Leggete in PDF:

L'invito
La Locandina









Terze Giornate Celestiniane ---Terra di Lavoro-Molise
Convegno di Studi: CELESTINO V-Un uomo un santo tra chierici cavalieri e pellegrini

del medioevo meridionale
Isernia Aula Magna dell'Università- Venerdì 30 Aprile 2010 ore 9:30

Vedi la Locandina in PDF


Sono trascorsi ottocento anni dalla nascita di Pietro Angelerio degli Angelerii, poi Pietro
del Morrone, infine Papa Celestino V.
Personaggio straordinario non solo per essere l'unico papa dimissionario della storia
ma per una lunga vita di ascesi coniugata ad una straordinaria capacità organizzativa
che gli consentì di fondare centinaia di monasteri pur vivendo per dieci mesi all'anno in asprissimi
eremitaggi.
La sua vita , costellata da numerosi miracoli, si svolse tra la Terra di Lavoro, che gli
diede i natali in Castel S'Antangelo,il Molise nel quale fu abate a Fajfoli e cittadino di
Isernia e l'Abruzzo che vide la sua opera e la sua intronizzazione.

Le Terze Giornate Celestiniane vedono la collaborazione tra Terra di Lavoro e Molise
per delineare con le relazioni del convegno un'immagine moderna e critica della
temperie culturale nella quale agì l'uomo e il santo.

Il convegno è organizzato dal Centro-Studi sul Medioevo di Terra di Lavoro,Università del Molise
Diocesi di Isernia, con il supporto di Saepinia S.P.A. e oltre a relazioni di argomento storico-letterario,
topografico e biografico si occupa di musica e di iconografia medievale, per disegnare lo scenario
della vita di quest'uomo per molti versi eccezionale.
Vi sarà uno spettacolo di musica medievale, con danze balli e strumenti del tempo,
ad opera della Cappella strumentale e vocale "I Musici di Corte: Dame e Gentilhuomini Ballarini".
Programma come da locandina (Vedi sopra)

Per maggiori informazioni: www.medioevoterradilavoro.org















Conferenza su Trebula Balliensis Lunedì 19/04/2010 Settimana della Cultura 2010 Museo Michelangelo ISISS Buonarroti


Nell'ambito della Settimana della Cultura 2010 lunedì 19, presso l'Aula Magna dell'ISISS "Michelangelo Buonarroti" di Caserta
si terrà una conferenza su Trebula Balliensis avente come relatore l'Avv.Domenico Caiazza.


Sarà visitabile l'interessantissimo Museo Michelangelo ( Vai al sito del Museo) che espone pannelli riportanti l'esperienza dei ragazzi dell'ISISS sullo scavo di Trebula,
l' archeologia sperimentale(con la riproduzione di strumenti e metodi di misurazione nell'antichità), topografia e i suoi strumenti nella storia.
L'ingresso alla conferenza ed alla mostra sono gratuiti, visite guidate ad opera dei ragazzi dell'ISISS.
Saranno presenti i professori Antonio Rea e Pietro Di Lorenzo, che hanno ideato e seguito le attività del Buonarroti a Trebula.(nella foto)








Giornate FAI di Primavera 27 e 28 Marzo 2010
In collaborazione con la Delegazione FAI di Caserta Sabato 27 e Domenica 28 apriremo il Parco Archeologico dell'Antica Trebula, assicurando le visite guidate gratuite. Il Parco sarà aperto dalle ore 09 alle ore 13. Non vi è obbligo di prenotazione alcuno.
Vi aspettiamo!!

XVIII edizione Giornata FAI di Primavera
27 e 28 marzo 2010, apertura straordinaria di 590 monumenti in tutta Italia





Da Palazzo Chigi a Roma alla Biblioteca Braidense a Milano, dal complesso della Misericordia a Venezia al Palazzo della Banca d'Italia a Firenze. Sono 590 i monumenti che il FAI aprirà in via straordinaria in tutte le Regioni italiane sabato 27 e domenica 28 marzo nella diciottesima edizione della Giornata FAI di Primavera.



Giornate Anselmiane di Terra di Lavoro

Domenica 6 Dicembre 2009 a Rocchetta e Croce si svolgeranno le giornate anselmiane di Terra di Lavoro per ricordare il passaggio di uno dei protagonisti della filosofia medievale:Sant'Anselmo D'Aosta che soggiornò presso l'eremo montano di San Salvatore e vi scrisse il Cur deus homo, trattato sull'incarnazione divina.Il programma inizierà con le celebrazioni religiose per poi procedere a una riepilogazione degli aspetti storici e filosofici dell'opera del padre della scolastica.Programma come in locandina. .





Campagna di Scavo 2009: volontariato, didattica e formazione

Felici di poter riprendere anche quest'anno l'attività di scavo coinvolgendo giovani da tutta l'Italia, inauguriamo all'interno della stessa un ciclo di brevi seminari, volti a chiarire ed allargare l'oggetto della nostra attenzione. Seguendo il nostro principio di apertura a tutti, questi brevi seminari sono stati seguiti anche da chi non appartiene al nostro Gruppo.



GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO DEI BENI CULTURALI 2009
Come ormai da tradizione per il nostro gruppo, anche quest'anno parteciperemo all'iniativa delle giornate europee del patrimonio.
Metteremo a disposizione di chi sia interessato guide volontarie che lavorano da anni sul cantiere. non vi è obbligo di prenotazione alcuna.
Lo scavo archeologico sarà aperto dalle 09 alle 14 sabato 26 e domenica 27 Settembre. Ci vediamo!!!



SETTIMANA DELLA CULTURA 2009


In occasione della Settimania della Cultura nei giorni 25 e 26 Aprile 2009 il Parco Archeologico di Trebula
sarà aperto al pubblico, che avrà a disposizione le nostre guide volontarie. Presso il Centro Studi sull'Insediamento Campano-Sannitico
sarà allestita la mostra sulle attività di volontariato.

Vi aspettiamo!!



GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO DEI BENI CULTURALI 2008
Sabato 27 e Domenica 28 Settembre per la prima volta sarà aperto il cantiere del Parco Archeologico di Trebula Balliensis. Le visite guidate saranno curate dai volontari dell'Archeogruppo Saunia-Trebula Balliensis. Le visite guidate gratuite saranno a disposizione dalle ore 09 alle ore 14.



<!-- Inizio Codice ShinyStat -->
<script type="text/javascript" language="JavaScript" src="http://codice.shinystat.com/cgi-bin/getcod.cgi?USER=gatrebula"></script>
<noscript>
<a href="http://www.shinystat.com/it" target="_top">
<img src="http://www.shinystat.com/cgi-bin/shinystat.cgi?USER=gatrebula" alt="Contatore accessi gratuito" border="0" /></a>
</noscript>
<!-- Fine Codice ShinyStat -->

Home Page | Chi Siamo | Notizie ed Eventi | Il Centro Studi | Storia e Archeologia di Trebula | La Rete Archeomedievale del Montemaggiore Trebulano | Archeologia arte e storia del Montemaggiore e dell'Alta Terra di Lavoro | Foto di Trebula | Le Nostre Foto | Volumina Samnitica -Testi scaricabili | Contatti | Mailing List | I Nostri Link | Dove siamo e come raggiungerci | La cultura enogastronomica di Trebula | Progetto Biblioteca | Articolo del Gruppo Archeologico in "Trebula Balliensis: notizie preliminari degli scavi e dei restauri 2007-2008-2009" | Un progetto:Mostra Fotografica | Trebula e le scuole | Cosa non fare ai Sanniti:denunce di degrado | Area Soci | Audioguide | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu